Trattiamo ora i casi “balenologici” (cioè la scienza delle cose strane) a cui oggi è relegata una parte della vera conoscenza (epistème in greco). Infatti anticamente la distinzione fra mito e scienza (epistème) non aveva senso: erano rami della stessa scienza o conoscenza che dir si voglia chiamata appunto epistéme. Questo significa che quello che noi chiamiamo oggi “mito” per loro era davvero l’origine del mondo, così, quando Platone parla della civiltà di Atlantide nel Timeo (stupendamente raccontata anche dai moderni tra cui Clark Ashton Smith in Atlantide e i mondi perduti o Howard Phillips Lovecraft, ma anche da testi Maya chiamata Atlas) parla diLeggi altro →

Nella mia precedente ipotesi non dicevo affatto che gli Atlantidei corrispondessero agli Indoeuropei, dico solo che alcuni dei reperti attribuiti alle ipotesi indoeuropee passano oltre i 10.000 anni quindi possibilmente prima del diluvio. Si può quindi avvicinarli agli Atlantidei semplicemente per avere più informazioni su di loro. Non siamo ancora all’ Età dell’Oro, quella Atlantidea sarebbe l’Età dell’Argento, mentre ora noi siamo nel Karliyuga, l’Età dell’Oro non sarebbero i cosiddetti Atlantidei, ma sarebbero più in alto verso i poli, cosiddetti Iperborei, chissà se umani o quanto simili a noi, sono rappresentati come esseri di luce, la loro esistenza storica è solo ipotizzabile sulla base dellaLeggi altro →

Nostra signora dei Turchi: che Archetipo immaginava Carmelo Bene? Carmelo Bene e il soggiacente mito polare. Carmelo Bene e il Re del mondo di René Guénon.
Iperborei, indoeuropei, età dell’oro ipotesi accademiche (linguistiche) e cosa non hanno trovato.Leggi altro →