Non si può fare letteratura con la letteratura, non si può fare teatro col teatro, non si può fare cinema col cinema, io dico non si può vivere con la vita.

Carmelo Bene, Intervista con Sandro Veronesi 1995 (https://www.youtube.com/watch?v=aOMK_HqF5IM&t=1030s) Dissolvere le divisioni tra le discipline

Carmelo Bene

Antonio Moresco

Albert Camus

Jorge Luis Borges

Fedor Dostoevskij

Pier Paolo Pasolini

Luigi Pirandello

Ferdinand Céline

Giulio Mozzi

Bob Dylan

Antonio Tabucchi

Umberto Eco

Giorgio Caproni

James Joyce

Stanley Kubrick

Gille Deleuze

Michel Foucault

Franz Kafka

Fratelli Cohen

Gabriel Garcia Marquez

William Shakespeare

Osvaldo Soriano

Cees Nooteboom

Akira Kurosawa

Queentin Tarantino

Geroge Melies

Orson Welles

Questo sito “different cultures different point of views” nasce per far comunicare tra loro, oltre che le nazionalità e le etnie, anche i diversi linguaggi: visivi, uditivo: cinema, letteratura, linguaggi artistici che non hanno una vera e propria divisione, ma nel “cinema di idee” e nella “letteratura di idee” combaciano, come hanno anche teorizzato Carmelo Bene e Gille Deleuze. I cineasti e scrittori vengono quindi considerati per lo più come “artisti” al di là del loro mezzo se non direttamente come uomini. Per questo è possibile scrivere un articolo dal titolo “Il flusso di coscienza e il piano sequenza in Joyce e Faulkner” oppure “I film di Pirandello e D’ Annunzio durante il fascismo” (in questo caso fecero davvero anche film come non tutti sanno).
Per questo Gille Deleuze nel suo “Immagine-movimento” apprezzava Pasolini sia come scrittore e indifferentemente come cineasta.
Tutto questo per giustificare che il blog tratta sia di letteratura, ma anche da profano, di cinema.