Novità su Carmelo Bene – quasi un fenomeno “di costume”

Link: https://amzn.to/2Vi4INR
Video: https://youtu.be/v3Au-uO-67c

Il fenomeno Carmelo Bene si arrichisce quasi ogni mese ed esponenzialmente in popolarità.

Se youtubers con centinaia di migliaia di iscritti si accapigiano e si dissano sul significato di questa o quella frase delche Maestro, si può ben dire che abbiamo un “fenomeno”. (Bene stesso disse:”O muori giovane o diventi un maestro”, lui non andava dietro all’umiltà)

La pagina Facebook “Centro studi Carmelo Bene” o le più facete “Carmelo Bene e Bolsonaro” stanno lì per informare che Bene (come lui stesso aveva detto) non era un semplice teatrante, ma si trovava in vita accidentalmente nel teatro solo per esprimere un’arte, un’ interiorità che poteva valere insuoi qualunque altra disciplina o arte (citava il calcio, la boxe, il tennis, Ekberg, Maradona, il Milan, suoi amori al di là del calcio o della singola disciplina).

Lui allo stesso modo era un fuoriclasse del teatro, ma anche un fuori classe dal teatro.

Roberto Mercadini dice che nella sua adolescenza era difficile procurarsi certi libri, anche per lui che amava i libri di Carmelo Bene mentre oggi, tempo che si demonizza tanto, con un click hai tutta la cultura, aggungo io, però in compenso molti libri, come appunto “Un dio assente”, dialogo con Roberto Artioli di Carmelo Bene non sono ristampati (per non parlare delle sue “Opere. Con l’autografia d’un ritratto”), in compenso se non si possono comprare (se non a prezzi esorbitanti) esistono registrazioni gratuite su youtube che riportano non solo il libro, ma proprio l’intervista originale quasi interamente coincidente col libro stesso intervista “Un dio assente”, dialogo con Roberto Artioli.

fell free to comment