Politica attuale: il movimento delle Sardine (creatività e intelligenza contro l’illusione demagogica)

Abbiamo già parlato della politica di scrittori, anche viventi e attivi (come Antonio Moresco), ma abbiamo sempre voluto sottolineare che questo blog (cioè io) non siamo politicamente schierati da una parte o dall’altra dello schieramento politico attuale perché io stesso non lo sono, e non avendo le idee chiare non mi sembra giusto prendere una parte politica.

Questo non ci impedisce di rivendicare l’importanza della cultura, della creatività, base dello sviluppo umano, e del discorso logico-razionale che da’ rilievo alle ‘deduzioni’ e non alle ‘induzioni’ (se un immigrato compie questo reato, tutti i problemi legati a quell’ambito sono causati dall’immigrazione e quindi per risolverli bisogna chiudere i porti). Non si nega infatti la presenza del problema dell’immigrazione ma si definisce demagogia quando si collega questo problemi a problemi che hanno la loro causa altrove: disoccupazione giovanile, calo economico, ecc

Quindi risolvere questi problemi, risolvendo quello dell’immigrazione, significa nel migliore dei casi non occuparsi di questi problemi e risolverne altri per ideologia politica, interesse personale, questo non lo sappiamo. Illudendo, però, nel frattempo di risolvere veramente i problemi, la cui causa invece è individuata come erroneamente diversa: l’immigrazione.

Per questo parliamo di illusione, distorsione, demagogia. E per questo la si combatte semplicemente con l’intelligenza e semplice logica. Allora il movimento dell Sardine lo sta facendo e mi sembra giusto leggere il loro manifesto: https://bologna.repubblica.it/cronaca/2019/11/21/news/il_manifesto_delle_sardine_cari_populisti_ci_avete_risvegliato_-241558593/

fell free to comment