Stanley Kubrick, il celebre ebreo americano, naturalizzato britannico, si è occupato di filmare la luna con effetti speciali ancora assente il computer e con lenti d’eccezione della Nasa. Non per questo ha filmato l’allunaggio come i complottisti sostengono, ma ha filmato un film di fatascienza unico nel suo genere che è stato 2001 Odissea nello spazio. Con le stesse lenti ha filmato Barry London, ambientato nel settecento. Là filmava la luna dal vivo, qua annulla la profondità di campo ricordando i grandi pittori appunto settecenteschi inglesi come William Turner (non dimentichiamo che Kubrick era andato a vivere, per la maggior parte della sua vita, in Inghilterra).

C’è poi il filone anti-militarista di Orizzonti di gloria, Il dottor Stranamore e Full metal jacket, seppure in epoche diverse e con temi caldi diversi. Non era un regista moraleggiante ma problematizzante: i suoi film non danno risposte, ma portano a estreme conseguenze delle domande fatte all’inzio del film: la guerra è buona o cattiva? L’uomo è buono? L’uomo è libero? L’uomo sceglie il bene?

Con Kubrick bisogna sempre problematizzare sia a livello visivo che di contenuto: siamo in una rivoluzione in corso e non sappiamo se quel suo modo di filmare avrà una continuazione o prevarrà un cinema d’intrattenimento più computerizzato. Fatto salvo che l’intrattenimento e le capacità cinematografiche non sono in contrasto se si pensa a Tarantino. Non tutti i film di Kubrick ebbero grande successo di pubblico, ma nel suo modo di fare cinema aveva capacità da vendere, forse il più grande cineasta di sempre.

Kubrick, già lettore di Nietzsche, ‘scopre’ che l’uomo a volte vuole anche il male e la guerra è fatta di assassini, questo sembra portare ad un giudizio sull’uomo: ma si smentisce con Arancia Meccanica, dove la libertà è l’elemento importante: un bandito scellerato viene rieducato dallo Stato e a quel punto diventa inabile a vivere perché non ha più capacità di scelta tra bene e male.

Qui il suo film forse più grande 2001 Odissea nello spazio in versione blu-ray alta definizione a solo 6 euro: https://amzn.to/2WifEd0

(cliccando permetti ad Amazon di riconoscermi una commissione senza maggiorazione del prezzo nel caso acquistassi dei prodotti)

Non è il primo a fare un viaggio immaginario sulla luna, il primo è lui. Invece nella letteratura il primo è Aristotele, seguito da Ariosto.

fell free to comment